Acquari Marini e Tropicali



In questo articolo parleremo di come creare degli acquari marini e degli acquari tropicali nella maniera più corretta in modo da riuscire a creare degli acquari bellissimi con i pesci di acqua dolce, partendo da uno piccolo sino ad arrivare ad una grande vasca idonea anche per la riproduzione.

I pesci tropicali marini sono esemplari molto interessanti, consigliati soprattutto dopo una buona esperienza di pesci d’acqua dolce.

 

Acquari marini e tropicali

 

Quando si decide di portare a casa dei bellissimi Pesci, è indispensabile fare attenzione alle attrezzature necessarie per allestire un acquario tropicale.

Inizialmente è consigliabile un piccolo acquario, poco ingombrante; successivamente, volendone adottare uno più grande, il primo passo sarà sempre utile come vasca di riproduzione e di allevamento dei neonati.

Sul fondo del contenitore si mette uno strato di 5-10 cm di sabbia grossolana, ben lavata, e si riempia la vasca di acqua. Si immergano quindi le radici delle piante acquatiche nel fondo sabbioso e si lasci “stagionare” il tutto per almeno 8-10 giorni; eventuali parassiti dei Pesci moriranno in questo periodo di tempo. La vasca, senza altri accessori, deve essere sistemata in posizione tale da ricevere una giusta quantità di luce, indispensabile alle piante acquatiche.

Durante l’inverno deve essere avvicinata ad un radiatore del termosifone domestico in modo che la temperatura dell’acqua si aggira sui 20-25° C. In un acquario così semplificato si immettono Pesci di specie robuste e poco sensibili alle variazioni di temperatura e di ossigenazione.



Tutti i giorni si dovrà somministrare una quantità opportuna di cibo, che dovrebbe essere consumata entro 10-15minuti; è buona regola asportare, con un sifone di vetro, l’eventuale eccedenza di alimento.

In seguito si possono aggiungere nuove specie; aumentando però il numero di Pesci ed introducendo specie più delicate diventa indispensabile l’acquisto di altri accessori per il proprio, o per i propri (qualora se ne disponessi di più di uno) acquari marini.

Se la temperatura non è molto costante, con il rischio di abbassamenti repentini, è bene inserire un termoregolatore che stabilizzi la temperatura dell’acqua. Se il numero di Pesci è eccessivo, l’ossigeno che passa dall’aria all’acqua, e quello fornito dalle piante sono insufficienti alla vita dei Pesci stessi; in tal caso sarà opportuno acquistare un vibratore che mette in funzione un filtro chiarificatore ed ossigenatore dell’acqua.

Se le piante tendono a morire per scarsa illuminazione, si porrà una lampada opportuna che, oltre ad illuminare l’acquario, stimola la crescita dei vegetali.

Tutti i normali problemi per allestire e mantenere un acquario di Pesci tropicali sono ormai stati risolti, ma chiunque si senta troppo portato verso problemi naturalistici molto complessi, riguardanti il mondo subacqueo potrebbe comunque essere insoddisfatto, non potendo evidentemente trasformare completamente il proprio salotto in un acquario di pesci tropicali.

Se ti interessa scoprire come creare un acquario con dei piccoli pesci palla, neon, con il pesce combattente o con il zebra ti consiglio di leggere un articolo pubblicato alcuni giorni fa intitolato Pesci d’Acquario.



Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi