Come arredare un bagno in stile classico

arredare bagno classico


Se si desidera avere un bagno estremamente confortevole, allora sicuramente bisognerà andare controcorrente per quanto concerne le tendenze della moda attuale.

Infatti per ottenere un bagno così gradevole, la scelta migliore è quella di orientarsi verso il genere classico.

 

Il miglior bagno classico

 

Certamente il bagno rappresenta uno degli spazi della propria dimora più ardui da arredare.

Generalmente l’arredamento del bagno si basa prima di tutto sull’assenza di eccessi, anche perché non si adegua facilmente alle varie tipologie di “stili”.

Il bagno deve basarci principalmente sull’efficacia e sulla comodità.

Quindi spesso si utilizzano questi parametri di riferimento per la scelta delle diverse parti d’arredo e dei relativi “sanitari”, piuttosto che l’aspetto “estetico”.

Ma ciò non nega la possibilità di poter adornare la stanza con un tipo di mobilia e di oggetti decorativi orientati ai periodi di una volta, concretizzando in tal modo e nell’insieme un bagno decisamente tradizionale.

 

Aspetti essenziali del bagno classico

 

Lo “stile” classico ha un aspetto notevolmente ricercato e chic.

Pertanto, pure gli ornamenti andranno ad imperniarsi su queste peculiarità che sono fondamentali in questo genere di arredamento.

Le prime cose che attirano lo sguardo e l’attenzione in questo locale sono il pavimento; le coperture ed i “mobili”.

Ne consegue, dunque, che si dovrà prestare una grande attenzione nella scelta di questi aspetti appena elencati.

Questi dovranno indiscutibilmente seguire le peculiarità inerenti il genere antico.

Tutto il resto, invece, si potrà stabilire tranquillamente in una maniera più contemporanea.

Questo è possibile appunto perché costituiscono degli “elementi”secondari e che non saltano subito all’occhio.

 

L’arredamento ideale

 

Il materiale dei mobili da bagno tendenti al classico è il “legno” e devono avere degli sportelli impreziositi da deliziosi decori tipicamente “provenzali”.



La tipologia più adatta di questo mobile deve essere quella detta da “appoggio”.

Ovviamente le tonalità più classiche da preferire sono sicuramente il “ciliegio” o il “noce”, di conseguenza prettamente colorazioni scure.

Se però si desidera direzionarsi verso un pizzico di modernità, in quel caso si potrà rivolgere la propria attenzione a “laccature neutre”.

O finanche a tonalità sul “pastello”.

 

Tipologia di lavandino

 

Di solito il lavandino viene direttamente inserito nel mobile classico, le linee sono delicate ed il materiale scelto è la “ceramica”.

Comunque si può anche optare per un tipo di lavandino ad “appoggio”.

 

Come devono presentarsi le pareti ed il pavimento

 

Il genere di piastrella dello stile classico deve avere come caratteristica il colore chiaro e, se si vuole, può avere delle decorazioni.

La scelta della tinta chiara è proprio per far sembrare il bagno molto più luminoso e spazioso.

Le medesime caratteristiche( seppur lievemente più scurette) dovrà averle la pavimentazione.

 

Scelta di sanitari e rubinetti

 

Per quanto concerne il rubinetto, si può privilegiare il rubinetto doppio coi “pomelli”.

I sanitari, invece, si consigliano quelli da “appoggio” e sempre in “ceramica”.

La vasca in stile antico è certamente quella adorabile che ha i “piedini” con la forma della “zampa leonina”.

Però poiché purtroppo è molto difficile riuscire a trovarla così, in questo caso si può propendere verso un genere ad “incasso”.

Mentre la doccia può essere magari coperta da una composizione in “muratura”.

 

Seguendo queste preziose indicazioni fornite dai designer di www.pignataroshop.com, avrete modo di concretizzare il bagno dei vostri sogni, basato sulla tradizione e su uno “stile” unico.