Lavorare in Germania: quali sono i requisiti richiesti dalle aziende tedesche



La Germania vanta un mercato a livello professionale incentrato soprattutto sui settori automobilistici ed elettronici, sotto un design e allo stesso tempo una produzione particolarmente curate e rinomate. Gli stessi settori si ritrovano spesso alla ricerca di personale da impiegare all’interno delle diverse posizioni aperte, mentre nel corso degli ultimi anni in Germani si sono registrate anche diverse carenze.

I settori riguardanti l’assistenza sanitaria e le costruzioni edilizie si presentano odiernamente come una possibilità per accedere al lavoro all’estero. Ma come si presenta la situazione generale tedesca in questo momento e quali requisiti occorre possedere al fine di poter avviare una candidatura professionale all’interno della Germania?

 

Requisiti per Lavorare in Germania

Vediamo ora quali sono i principali requisiti per chi è alla ricerca di un lavoro in Germania e cosa viene richiesto per poter accedere ai diversi settori professionali. Innanzitutto occorre precisare che per accedere alle diverse posizioni aperte all’interno del panorama tedesco occorre possedere la maggiore età, fatta invece eccezione per il settore agricolo dove si può accedere anche a 17 anni. Al momento della presentazione saranno tenute maggiormente in considerazione precedenti esperienze professionali nello stesso settore, sotto la conoscenza di base della lingua parlata.

A tale scopo in Germania vengono proposti diversi corsi gratuiti di perfezionamento e apprendimento della lingua tedesca promossi dagli uffici di collocamento e dagli enti pubblici comunali. La conoscenza di base della lingua tedesca consente di accedere nella maggior parte ai lavori di base strettamente manuali, mentre per accedere al settore alberghiero occorrerà possedere un bagaglio di lingue approfondito, unito alla conoscenza di ulteriori lingue straniere oltre al tedesco.



Decidendo di permanere all’interno della Germania per un periodo superiore al trimestre si dovrà fare richiesta presso l’anagrafe, chiamata Anmeldung, per l’assegnazione del codice fiscale tedesco, il Steueridentifikationsnummer. In caso di candidatura spontanea si dovrà allegare una lettera di presentazione detta Bewerbung, lunga al massimo una pagina, dove riportare tutte le proprie generalità alla quale aggiungere il Curriculum Vitae non più lungo di due pagine nel quale attenersi solamente alle esperienze professionali maturate. In caso di competenze e studi richiesti si dovranno allegare anche referenze e titoli di studio.

Sia la lettera di presentazione che il Curriculum Vitae dovranno essere redatti in lingua tedesca, battuti al compute, richiamando l’attenzione alla posizione per la quale si intende candidarsi. Nell’eventualità di un’assunzione professionale si dovranno inoltre valutare altri aspetti quali una residenza e un alloggio. A tal proposito in Germania la soluzione maggiormente conveniente risulta essere quella degli appartamenti condivisi, siglati in WG, i cosiddetti Wohngemeinschaft, ricercabili anche attraverso i portali web.

Ma dove ricercare le varie offerte di lavoro e le posizioni aperte in Germania da altri sedi di residenza? All’interno del territorio italiano sarà possibile rivolgersi al servizio EURES, European Employment Services, in alternativa rivolgersi agli uffici del lavoro nel proprio territorio per mettersi in contatto con l’Agenzia Federale del Lavoro (Bundesagentur für Arbeit), senza il bisogno di una registrazione obbligatoria.

Le diverse aziende potranno essere ricercate anche sui siti di offerte lavorative online, i portali e le banche dati, ma anche quotidiani, riviste specializzate.