Regalare un Cucciolo di Cane



Sono cosi dolci e teneri, ma soprattutto adatti da consegnare soprattutto all’uomo amante di ciò: un regalo natalizio a forma di cane. Ma adottare un cane non vuol dire solo coccolare, quindi per quanto può essere bello riceverlo come regalo, valutate attentamente alcune cose.

Vi sono dei regali di natale che provocano senza dubbio uno sbadiglio. Seppur fanno piacere non sempre però piacciono. Una cravatta di seta, un pigiama o un profumo nuovo che non sempre vengono ben graditi perché magari troppo personali.

Altri regali invece suscitano un entusiasmo enorme sia negli adulti che soprattutto nei bambini: uno di questi sono ad esempio dei cuccioli cani, con tanto di fiocco rosso come collare, che tutto sembra tranne un vero animale.

Ma state attenti che questo non sia un acquisto dell’ultima corsa ai regali, comprato qualche ora prima della vigilia impulsivamente e possibilmente a poco prezzo presso un mercatino, possibilmente importato da non si sa dove, non sufficientemente vaccinato o staccato troppo presto dalla madre.



Generalmente non è un regalo che si fa a sorpresa. l destinatario di questo regalo dovrebbe prima o dopo aver almeno avuto l’intenzione di prendere un cane con sé, un vero amante degli animali e soprattutto disposto ad accudirlo per tutta la vita. Quindi tenete conto dei sui stili di vita, iniziando dal tempo a disposizione che ha per occuparsi del cane, se ha soprattutto il permesso di tenere un animale in casa e se magari soffre di qualche allergia.

Non è l’ideale ’impacchettare’ un cucciolo per appoggiarlo sotto l’albero come un vero e proprio pacco regalo. Preferite piuttosto fare un buono e dopo il trambusto delle feste andare a comprarlo con calma e attenzione insieme oppure per far contenti i bambini magari far trovare sotto l’albero una cuccia o un guinzaglio, comunque alcuni oggetti simbolo che portano loro a far capire che si tratti di un regalo ‘animato’.

Un altro motivo è quello che il cane sicuramente poco accetterebbe la confusione all’interno del suo nuovo habitat. Si sa, son giorni di festa e si sta in famiglia e tanta compagnia. Un nuovo coinquilino del genero ha bisogno di adattarsi e fare prima conoscenza con il suo nuovo nido e padroni, prima di venire a contatto con il resto del mondo.