Vino Rosso: Proprietà e Benefici per la Salute ed il Colesterolo



La bevanda del vino rosso, ottenuta dalla fermentazione del mosto d’uva, comporta diverse proprietà benefiche in direzione dell’organismo sotto un’equilibrata assunzione giornaliera enfatizzata anche dai consigli medici. Il vino rosso presenta al suo interno diverse proprietà organolettiche, variabili a seconda delle diverse formulazioni, sotto azioni antinfiammatorie e antiossidanti per l’organismo umano.

Le diverse ricerche compiute in campo medico e scientifico in relazione alla bevanda del vino rosso si sono concentrate soprattutto sugli equilibri di assunzione giornaliera, fissati ad un bicchiere a pasto, al fine di riuscire a beneficiare di tutte le sue proprietà. Alla base della scelta del vino rosso e delle sue proprietà si trova essenzialmente la marca del produttore e i processi di realizzazione di produzione della bevanda.

Quali sono dunque i benefici per la salute dati dall’assunzione moderata del vino rosso? Attraverso questo nuovo articolo ci occuperemo di approfondire tutte le caratteristiche relative alla bevanda del vino rosso, soffermandoci in particolar modo sulle proprietà organolettiche, le quantità specifiche di assunzione, i consigli degli esperti in campo medico e scientifico.

 

Benefici del Vino Rosso a Tavola

Assumendo con moderazione dei vini di qualità come i vini rossi siciliani, ottimi e corposi con gradazione dai 13/14° (ad esempio il Nero d’Avola), anche con un solo bicchiere al giorno, si potranno ottenere diversi benefici saltuari tra cui una regolazione dei livelli di colesterolo sotto un contrasto efficace in direzione della versione LDL definita “cattiva”.



Il vino rosso inoltre si attiva in prevenzione della formazione di coaguli di sangue all’interno dei vari vasi sanguigni, contrastando la perdita di memoria associata all’avanzamento dell’età. I benefici per la salute legati al vino rosso si devono soprattutto alla presenza del resveratrolo in direzione della buccia presente sugli acini dell’uva, contrastando anche l’insorgere delle diverse patologie cardiache quali infarto, angina e ictus. A differenza del vino bianco quello rosso presenta diverse proprietà antiossidanti utili nel contrasto dei radicali liberi, confermate anche dai medici e dagli scienziati impegnati nelle ricerche pubblicate nel corso di questi ultimi anni.

Il resveratrolo garantisce un’azione anti-age confermata dagli studi dell’Harvard Medical School. Stando alle ricerche di un team spagnolo il vino rosso si attiverebbe anche a contrasto dello sviluppo delle diverse forme di depressione. Alla base della sua formulazione il vino rosso presenta una quantità di acqua pari all’86,5%, una quantità di zuccheri pari allo 0,6%, pochissime proteine e una percentuale di alcool pari a circa il 10-12%, mentre circa 100 ml di vino rosso presenta 85 calorie.

La bevanda integra al suo interno anche vitamine del gruppo A, vitamine del gruppo B, vitamina K e vitamina J, betacarotene, luteina, zeaxantina, sali minerali quali selenio, ferro, magnesio, calcio, fosforo, zinco, potassio, sodio.

 

Bere Vino Rosso fa Bene, ma meglio evitare di esagerare in alcuni casi

In specifici casi il vino rosso risulta sconsigliato all’assunzione, soprattutto in relazione alla presenza di istamina, in grado di aumentare la peristalsi intestinale. Il vino rosso non dovrà inoltre essere assunto in stato di gravidanza, in presenza di patologie epatiche, in caso di sovrappeso. In presenza di diabete si dovrà sottostare al consiglio del proprio medico curante.