Colesterolo Buono o Cattivo, Colesterolemia Totale e HDL

Colesterolo Buono o Cattivo, Colesterolemia Totale e HDL


Se date un’occhiata alla mia data di laurea vi potete facilmente rendere conto di quante ne ho viste! ! Ai tempi del mio corso di laurea i valori di Colesterolo nel sangue (Colesterolemia totale) erano considerati “normali tra 220 e 240 ! ! Poi negli anni ’80, (non ricordo di preciso quale) nell’anno del colesterolo, si decise di abbassare questi parametri a 200 .

Perchè? Per salvaguardare la salute delle persone? Forse che negli anni ’60 – ’70 gli accidenti vascolari erano superiori a quelli di oggi? O forse perché così il numero delle persone “anormali” sarebbe stato di gran lunga superiore! Cominciamo ad analizzare il problema dall’ A B C.

Differenza tra Colesterolo Buono e Colesterolo Cattivo

Il colesterolo è la struttura, la base tra le più importanti per il nostro organismo: è il mattone dal quale il nostro corpo parte per fabbricare un sacco di edifici ormonali e non. Senza Colesterolo i nostri surreni non potrebbero produrre Cortisone, le gonadi gli Ormoni Sessuali e altri organi tanti prodotti, indispensabili alla vita, che non elenco perché non sto scrivendo un libro di biologia. Semplicemente un insieme di notizie e considerazioni che mi auguro vi aiutino a riflettere sui più disparati messaggi che i media distribuiscono.

Oggi si parla tanto di “Colesterolo Buono” e “Colesterolo Cattivo” Quanti di voi che state leggendo sanno veramente cosa sono e perché? Buono = HDL Cattivo = LDL e cosa significano queste 2 misteriose sigle?  Sono la sintesi della definizione inglese: Hight Density Lipoprotein  e Low Density Lipoprotein sic!! In concreto non si riferiscono minimamente al colesterolo in quanto tale bensì a quelle proteine che lo trasportano in giro per il nostro corpo al fine di raggiungere quei siti dove verrà rielaborato per produrre ciò che serve.

Abbandoniamo per un attimo il nostro corpo ed entriamo in una qualsiasi fabbrica dove da una parte entrano le materie prime e dall’altra escono i prodotti finiti. Ci sono diverse situazioni:



  • Le materie prime arrivano, ma ci sono pochi operai = I prodotti finiti saranno pochi e i depositi s’intaseranno.
  • Le materie prime arrivano, gli operai lavorano, ma i prodotti finiti non si vendono = Saranno i magazzini ad intasarsi.
  • Arrivano poche materie prime, gli operai ci sono = I prodotti finiti saranno pochi e devo ridurre gli operai.

E altre situazioni possono verificarsi, se la materia prima è il colesterolo nella nostra fabbrica ecco che tanti guai che vengono a galla non sono certo tutti attribuibili a ciò che mangiamo.

Ritorniamo ora al nostro benedetto Colesterolo, quello che ci hanno trovato nella vena del braccio (destro o sinistro che sia) non è lui, sono quelle due suddette lipoproteine che lo portano in giro e stavano passando di là in quel momento. Un’informazione certo! Che però non ci dice nulla sullo stato dei depositi, dei magazzini, degli operai e quant’altro eppure su questa minima e insufficiente informazione si basa TUTTA la terapia farmacologica.

Colesterolemia Totale e Colesterolo Buono HDL

Pensate un attimo solo a quella situazione nella quale, per far fronte ad una maggior richiesta di prodotto finito sono stati mobilizzate dai depositi maggiori quantità di materie prime al fine di soddisfare le esigenze, se blocchiamo i rifornimenti la fabbrica va in tilt. Non solo, bisogna anche considerare con quali mezzi sono stati bloccati i rifornimenti: far saltare il ponte di un’autostrada non ferma solo il nemico, ma anche l’amico!!! Spesso il rimedio è peggiore del male.

Ancora una volta (come dovrebbe essere SEMPRE in medicina) il problema va visto nella totale complessità dell’organismo e non nella sterile e spesso dannosa banalità numerica.

Veniamo comunque ora a prendere in esame questi benedetti numeri interpretandoli.

Quello che dobbiamo prendere in considerazione non è il solo valore della Colesterolemia totale, ma il rapporto tra questa e il cosiddetto Colesterolo buono HDL. Il rapporto tra questi 2 parametri deve essere inferiore a 4 – 5, a seconda dell’età, per non essere considerati “soggetti a rischio”. Quindi la mia Colesterolemia a 300 con un HDL di 70 – 75 non mi espone ad alcun problema . . ..però DEVO PRENDERE LE STATINE perché i valori “normali” non devono superare 200 !

E c’è chi oggi propone addirittura di abbassarli a 180, così si possono vendere ancora di più e quando avremo demolito tutti i ponti .DECIDETE VOI.



Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi