Perché fa Bene Bere Vino durante i Pasti



Assumere vino durante i pasti apporta veramente benefici in direzione della salute dell’organismo umano? A tal proposito sono stati realizzati diversi studi e ricerche mediche e scientifiche allo scopo di avvallare le diverse tesi più popolari soprattutto nei confronti del vino rosso.

I consigli degli esperti sottolineano effetti benefici in rapporto di un solo bicchiere di vino al giorno durante il pasto, in riferimento alla tipologia del vino rosso da preferire a quello bianco. Piccole dosi di vino rosso s dimostrano efficaci a prevenzione di diverse patologie, ma sotto un profilo clinico dei soggetti in sani, escludendo quindi particolari patologie o stati di gravidanza.

Attraverso il corso delle prossime righe ci occuperemo di approfondire tutte le caratteristiche del vino associato alla sua assunzione giornaliera e agli effetti benefici per la salute dell’organismo umano.

 

Dove Acquistare del Buon Vino

Ad oggi il vino è acquistabile sia nei classici negozi che online, attraverso tanti siti web. Online sicuramente è possibile avere una scelta più ampia dei vini acquistabili ed in più, sarà possibile acquistare il vino sia in bottiglia che nelle bag in box. Per tanti la vendita vino in bag in box potrebbe essere una novità, si tratta infatti di una scatola di cartone al cui interno è presente un sacchetto di plastica in grado di contenere una sostanza liquida, nel nostro caso specifico del vino. Le bag in box sono dotate di tappo a dispenser che permette all’utilizzatore di versare la quantità di vino necessaria e a proprio piacimento.

 

Benefici del Vino durante il Pranzo e la Cena

Torniamo a parlare dei benefici del vino. L’assunzione della bevanda del vino viene associata a diversi effetti benefici per la salute dell’organismo umano in rapporto alla scelta della tipologia del vino rosso nel quale si trovano presenti maggiori quantità di resveratrolo rispetto alla formulazione del vino bianco. Il resveratrolo, presente nella buccia a rivestimento dell’uva, integra particolari proprietà antiossidanti, cardioprotettive, aiutando il sistema cardiaco a mantenersi allo stesso tempo giovane e al riparo da possibili disturbi.



Nonostante il vino rosso sia maggiormente indicato per l’assunzione giornaliera anche la tipologia del vino bianco presenta alcuni benefici dati dall’idrossitirosolo ad impedimento dell’apoptosi cellulare, ovvero della morte programmata delle cellule cardiache.

Un bicchiere di vino rosso a pasto aiuta a regolamentare i livello di colesterolo LDL, la versione definita “cattiva”, mantenendo bassi i valori della glicemia all’interno del circolo sanguigno, andando a ridurre anche i grassi presente nel sangue. Assunzioni di vino rosso controllate aiuterebbero inoltre anche i soggetti affetti da fame nervosa ad eludere tale sensazione, incrementando proprietà antibatteriche, antinfiammatorie, antitumorali, promuovendo la fluidificazione del sangue. Recenti studi hanno inoltre dimostrato gli effetti positivi dell’assunzione di vino rosso in relazione alla prevenzione di malattie mentali e relativi stati di demenza causati dall’avanzamento dell’età. Il vino rosso inoltre previene anche la formazione di gengiviti e infiammazioni del cavo orale.

Tra gli ulteriori effetti benefici legati all’assunzione del vino rosso si trovano proprietà digestive, la protezione del tratto urinario, il rallentamento dell’invecchiamento cellulare. Gli effetti collaterali legati alla bevanda, riferiti soprattutto agli eccessi, si dimostrano in grado di apportare difficoltà a livello dell’assorbimento della vitamina K, irritazioni del tratto digerente, promuovendo un’azione psicoattiva e psicotropa, difficoltà nell’assorbimento della vitamina B1, danni agli organi dei reni, aumento dei livelli dei trigliceridi nel sangue, forme tumorali, alterazioni del sonno, aumento della massa grassa.

L’assunzione di vino viene strettamente sconsigliata alle donne in stato di gravidanza, ai soggetti in sovrappeso, ai soggetti sotto trattamenti farmacologici, in relazione a disturbi epatici. In conclusione gli effetti benefici dati dall’assunzione di vino rosso o bianco dovranno viaggiare di pari passo anche con la scelta dell’acquisto, evitando i prodotti scadenti, preferendo prodotti ad origine biologica controllata al fine di non disperdere le proprietà organolettiche presenti.